Home / Guide / La mononucleosi: cause, sintomi ed incubazione

La mononucleosi: cause, sintomi ed incubazione

La mononucleosi infettiva, anche conosciuta con il nome di “malattia del bacio”, è un causata da un virus che si trasmette attraverso la saliva. Non solo i baci, dunque, ma anche uno starnuto oppure un colpo di tosse sono idonei a trasmettere il virus della mononucleosi. Vi è da dire, comunque, che questa malattia non è così contagiosa come può esserlo, ad esempio, un comune raffreddore.
Il virus di Epstein-Barr è la causa della mononucleosi: esso appartiene alla grande famiglia degli Herpes Virus. I soggetti più a rischio sono i bambini, gli adolescenti e i giovani.


Ma quali sono i sintomi della mononucleosi? Chi contrae questa malattia può riportare la seguente sintomatologia: malessere generalizzato, mal di gola, affaticamento, febbre, tonsille gonfie, linfonodi del collo e delle ascelle ingrossati, produzione biancastra sulle tonsille ed eruzione cutanea.
Il virus di Epstein-Barr ha un’incubazione variabile dalle quattro alle otto settimane. Nei bambini si assiste ad un periodo di incubazione anche minore.
I sintomi principali come febbre e mal di gola possono persistere per due settimane e poi scompaiono. Il gonfiore dei linfonodi e della milza, invece, possono durante anche alcune settimane.
La mononucleosi non va sottovalutata specialmente perché, tra i suoi sintomi, annovera anche l’ingrossamento della milza. Per agevolare la guarigione della malattia è consigliabile assumere molti liquidi e stare a riposo.

About Andrea Masciulli

Check Also

10 Consigli salva Gengive

Con il Tempo l’infiammazione delle gengive può compromettere la salute dei denti. Ecco 10 semplici ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *